I NOSTRI REGALI HOME-MADE… E BUON NATALE A TUTTI!!!

 

Avete visto quante foto? Sono i nostri regalini home-made, “buonissimi” per augurare ai nostri più cari amici e a tutti voi un dolce Natale…

Eccezion fatta per i biscotti di Prato e quelli di vetro, ho scovato le ricette di questi biscottini (e del lemon curd) in rete, per cui ringrazio tantissimo le foodbloggers che attraverso i loro post mi hanno aiutata a confezionare questi golosi regali Natalizi… Continua a leggere

Annunci

PANETTONE RIPIENO, PER RITARDATARI INCALLITI…


Questo panettone ripieno preso da Cucina Moderna è stato una rivelazione: la panna montata lo rende spumoso e “leggero” (non a livello calorico, naturalmente), la frutta leggermente acidula crea un buon contrasto e dà freschezza, il rum sgrassa il tutto, e il cioccolato fondente è un tocco goloso e aromatico che non può mancare… Mi è piaciuto davvero tanto, e ve lo propongo anche se siamo ormai al 15 gennaio…

Come sempre ho apportato qualche variazione alla ricetta originale: ho scelto di usare solo frutta piccola, in modo da non doverla tagliare (un po’ per comodità e un po’ per non corre il rischio che i succhi della frutta tagliata smontassero la panna), inoltre ho ridotto la quantità di panna da 300g a 250g per aggingere un cucchiaio di mascarpone, che secondo me dava un po’ di consistenza… Ecco la ricetta “ammodomio”:

INGREDIENTI
1 panettone da 1kg
350 g di frutta (ribes, mirtilli, uva bianca, more)
250 ml di panna fresca da montare
1 cucchiaio abbondante di mascarpone
40 g di cioccolato fondente grattuggiato
2 cucchiai di rum
frutta per decorare
zucchero qb (io sono andata a occhio!)

PROCEDIMENTO
Capovolgere il panettone e inciderlo in profondità (fino alla calotta) con un taglio circolare a circa 2 cm dai bordi, in modo da riuscire a estrarre la parte centrale tutta intera lasciando intatta la corona esterna.
Mettere la frutta in una tazza con un cucchiaio scarso di zucchero e il rum, mescolare e lasciare insaporire per pochi minuti..
Montare la panna con lo zucchero (dovrebbe bastarne un cucchiaio e mezzo…)
Scolate la frutta e, se voltete, tenete da parte il succo di zucchero e rum per utilizzarlo poi come bagna per gli strati di panettone.
Ricavare dal “torsolo” del panettone 5 fette. Con la base chiudere il fondo e cominciare a farcire: una fetta di panettone, uno strato di panna e una grattuggiata di cioccolato, poi di nuovo la fetta di panettone.
Alla fine adagiate sul panettone la calotta, decorate il tutto con la frutta fresca e… voilà!!! Mettetolo in frigorifero per qualche ora prima di servire!
(per lucidare spennelare tutto con del caramello liquido preparato con pari quantità di zucchero e di acqua)

COTECHINO IN GALERA… PER I RITARDATARI!

Com’è che si dice? Epifania tutte le feste porta via?
Eh già, le feste sono finite (e da un po’)… però io ho ancora un paio di ricettine “natalizie” da postare… Chissà, magari potranno tornare utili a chi, come me, ha ancora del cotechino da consumare, e magari anche un bel panettone che rischia di arrivare intatto a Pasqua.
Siccome mio marito il 31 dicembre ha lavorato (aaaaarggggh!!!), quest’anno abbiamo optato per il mega-pranzo (pranzone) del primo dell’anno, piuttosto che per il cenone dell’ultimo..
Ho preparato un’infinità di cose, ma quando mi sono resa conto che forse era il caso di fotografare i miei piatti, eravamo già al secondo… Quindi ecco, per cominciare, la ricetta di “sale&pepe” per il cotechino in galera, che è buonissimissimo e che rifarò sicuramente!!!

INGREDIENTI
400 G di cotechino preferibilmente non precotto (noi ne abbiamo scelto uno nostrano, senza conservanti e non esageratamente speziato)
400 g di fesa di vitello in una sola fetta
80 g di prosciutto crudo a fette (io ho preferito il prosciutto cotto, che non si sala in cottura)
6 carote novelle
50 g di burro
15 g di funghi secchi

una cipolla
1 bicchiere di lambrusco (io ne ho usato uno secco frizzante)
1 bicchiere di brodo
sale e pepe

PROCEDIMENTO
Mettere il cotechino in una casseruola, coprirlo con acqua fredda e portare a ebollizione. Quindi abbassare la fiamma e fare sobbollire per 45 min. Deve cuocere lentamente, altrimenti potrebbe aprirsi! Quando sarà pronto, scolarlo e lasciarlo raffreddare.
Appiattire la fetta di carne con il batticarne, in modo che possa avvolgere completamente il cotechino, e copritela con il prosciutto.
Mettere i funghi secchi in ammollo in acqua tiepida per 10 min, quindi scolarli e strizzarli.
A questo punto, se il cotechino è freddo, spellatelo delicatamente in modo che non si rompa e arrotolatelo nella carne. Infine legare tutto con lo spago.
Soffriggere la cipolla tritata in una casseruola con il burro, rosolare il rotolo uniformemente, salare e pepare.
Sfumare con il vino, e quando ne sarà evaporata la metà, unire il brodo caldo e i funghi.
Coprire il recipiente e cuocere per un’ora girando di tanto in tanto.
Nel frattempo preparare le carote: pelatele e, con un coltello, tornitele a forma di grosse olive…
Scottatele quindi in acqua bollente salata per 10 min, scolatele e mettetele subito in acqua fredda perchè mantengano il bel colore arancione..
Aggiungerle all’arrosto 15 min prima del termine della cottura…
Quando il rotolo sarà pronto scolatelo, avvolgetelo nella carta stagnola perchè mantenga il calore e addensate il fondo di cottura con una noce di burro infarinata. Se preferite potete decidere anche di passare tutto al mixer… (non le carote però)
Servire affettato con le carote e la salsa ai funghi…

A breve la ricetta del panttone ripieno, se non altro potrebbe tornare utile per l’anno prossimo!! ;-P