INDIVIA AL MIELE DI TIGLIO E PINOLI (e premio!)

Questa ricetta l’ho presa da “Sale&Pepe” di qualche mese fa, e da allora la rifaccio spesso, perchè è un contorno bello da vedere, buono da mangiare, e che si prepara in 15 minuti! Di solito aggiungo all’indivia il radicchio precoce di Treviso (quello “chiuso” e con una forma allungata), così da portare in tavola un piatto ancora più ricco e colorato… Basta sostituire parte dei cespi di indivia con altrettanti cespi di radicchio, e procedere secondo la ricetta originale!
Ogni tanto aggiungo anche un cucchiaio di uvetta, che secondo me ci sta benissimo, soprattutto se c’è il radicchio.. E poi così rendo felice anche il mio “maritozzo” che adora il sapore dolce dell’uvetta nei piatti salati!

Qui riporto la ricetta originale, con le mie modifiche tra parentesi:

INGREDIENTI (per 4 persone):
4 cespi di indivia belga (o 2 di indivia e 2 di radicchio)
1 cucchiaio di miele di tiglio
30 g di burro
30 g di pinoli
uno spicchio d’aglio
(un cucchiaio di uvetta)
sale e pepe

PROCEDIMENTO

Eliminare le foglie esterne dell’indivia, poi lavarla, asciugarla e tagliarla a metà nel senso della lunghezza. Sciogliere il burro in una padella antiaderente, unire i pinoli e l’aglio tagliato a metà,e infine i cespi di indivia. Insaporire con sale e pepe, poi aggiungere il miele e mescolare con cura. Coprire e stufare dolcemente per 10 min. Togliere il coperchio e alzare la fiamma per caramellare leggermente la verdura (bastano un paio di minuti). Servire con il fondo di cottura…

Passando al premio… Ringrazio tantissimo Manuela del blog “la via delle spezie“, Nenaz del blog “Nenaz Recipe” e Emamama del blog Mamma Anatina per aver pensato a me!!


Questo premio si chiama:”Nenhum olhar è mais puro do que una criança” ed è opera del forum: http://li-katuki.blogspot.com/
Per regolamento deve essere passato ad altri 10 amici/amiche…
Per ritirarlo si devono rispettare queste regole:
1. Postare la frase “Nenhum olhar è mais puro do que una criança”
2. Postare il premio
3. Far riferimento al forum “ARTE da Li” http://li-katuki.blogspot.com/
4. Lasciare un commento rivolto a chi ti ha lasciato il premio
5. Passare il premio a 10 amici/amiche ed avvisarle.

Come sempre mi piacerebbe consegnare il premio a tutti i blog che seguo e che sono tra i miei preferiti… ma siccome da regolamento devo elencarne 10… Voilà!

Annunci

RISOTTO CREMOSO CON GORGONZOLA E NOCI

Questo risotto è tanto semplice da preparare quanto gustoso da assaporare… Ecco la ricetta:

INGREDIENTI (per 2):
1/2 cipolla tritata
una noce di burro
1/2 bicchiere di vino bianco
160 g di riso arborio
40-50 g di gorgonzola dolce
brodo vegetale qb
2 cucchiai di panna da cucina per mantecare(o una noce di burro, o un cucchiaio scarso di mascarpone)
6 gherigli di noce

PROCEDIMENTO
Mettere il burro e la cipolla in una casseruola e soffriggere. Aggiungere il riso e tostare per qualche minuto. Sfumare con il vino, quindi cominciare ad aggiungere il brodo, poco per volta, fino a cottura (ci vogliono circa 18 min). Nel frattempo ridurre il gorgonzola a pezzetti e tritre grossolanamente 4 gherigli di noce. Quando il riso sarà pronto, toglierlo dal fuoco e aggiungere il gorgonzola e la panna. Mescolare e coprire. Lasciare mantecare per 3-4 min, quindi servire. Guarnire con le noci tritate e con un gheriglio intero per ogni piatto.

POST n° 100, E UNA TORTA "BONISSIMA" PER FESTEGGIARE

Ebbene sì: questo è il centesimo post del nostro blog, e cosa c’è di meglio di una bella torta, pardon, di una torta Bonissima per festeggiare? Vorremmo offrirne una fetta a tutti gli “amici di ricette” che abbiamo conosciuto attraverso il blog, ed in particolare ai nostri “sostenitori” che ad oggi sono già 68… Grazie mille, non ce lo aspettavamo!!! Ma bando alle ciance, ecco la ricetta per l’occasione… AUGURI “MANGIA E BEVI”!




INGREDIENTI
300 g di farina
130 g di burro
50 g di zucchero
1 uovo e 1 tuorlo
la scorza di 1/2 limone non trattato
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
per la farcia:
300 g di gherigli di noce
250 g di miele di acacia
2-3 cucchiai di rum
per la glassa:
150 g di cioccolato fondente
2 cucchiai di rum o di caffè

PROCEDIMENTO
Preparare la pasta frolla impastando il burro con lo zuchero, il sale e la scorza grattuggiata del limone. Unire l’uovo e il tuorlo e poi la farina setacciata con il lievito. Formare una palla con l’impasto, avvolgerla nella pellicola e riporla in frigorifero per 30 min.
Preparare la farcia: Tritare grossolanamente i gherigli di noce in un mixer, e mescolarli con il miele e con il rum.
Riprendere la pasta dal frigorifero e dividerla in 2 parti, una un po’ più grande dell’altra. Stendere la parte di pasta più grande in modo da poter foderare completamente una tortiera di 24 cm di diametro. Distribuire la farcia nel guscio di frolla livellandolo con una spatola e ricoprire con l’altro disco di pasta. Sigillare i bordi e rigilarli verso l’interno per formare un cordone leggermente rialzato.Punzecchiere la superficie della torta con una forchetta e infornare a 180° per 35-40 min. Togliere la torta dal forno e lasciarla raffreddare.
Preparare la glassa fondendo a bagnomaria il cioccolato con il rum e mezzo bicchierino di acqua. Stendere la glassa sulla superficie della torta… Decorare a piacere e lasciare riposare la torta finchè la glassa non si sarà asciugata.
Il giorno dopo è più buona!!

CRESCENTE ALLA PANCETTA, OVVIAMENTE DELLE SIMILI!

Ebbene sì, ancora loro, le fantastiche sorelle bolognesi perennemente con le mani in pasta… Cosa posso farci? non riesco a resistere! Credo che dovrò provare tutte le ricette del libro ( e meno male che non è tanto grande), prima di prendermi una pausa… Una pausa dalla panificazione, non dalle Simili! Eh già, perchè a quel punto dovrò passare all’altro libro, “Sfida al mattarello”, già in pole-position tra i miei ricettari…
Tornando alla ricetta, nel libro ci sono ben tre versioni per le “crescenti”: rosmarino, gorgonzola, pancetta (o crudo).
Mio marito ed io, golosastri per vocazione, abbiamo scelto di cominciare dalla “crescente” alla pancetta…

INGREDIENTI
500 g di farina
250 g di acqua
25 g di ievito di birra
150 g di pancetta (o di prosciutto crudo) tritati
50 g di strutto
8 g di sale
mezzo cucchiaino di zucchero
un uovo

PROCEDIMENTO
Fare la fontana, amalgamare al centro tutti gli ingredienti e impastare velocemente senza battere. Fare una palla, coprire a cupola e lasciare lievitare per un’ora. Stendere la pasta con il mattarello senza lavorarla, formando un ovale alto circa 1,5 cm. Disporla sula teglia, pizzicarla tutt’intorno e tracciare delle losanghe sulla superficie con un coltello. Pennellare con l’uovo sbattuto e lasciare lievitare 50 min, fino al raddoppio. Cuocere in forno a 200-210° per 40-45 min.

E’ buona buona, croccante fuori e soffice dentro…. Ottima da sola, golosissima con salumi e formaggi.. Si presta per antipasti, aperitivi e buffet, e se accompagnata da un buon vino da il massimo! Noi abbiamo scelto per l’occasione il prosecco di valdobbiadene dry di Merotto….

Buon week-end!