PASTICCIO DI CRESPELLE CON RADICCHIO, CARCIOFI E SALSA ALLO ZAFFERANO

pasticcio crespelle

Questa ricetta è una libera interpretazione di quella presentata un paio d’anni fa dalle bravissime sorelle Landra, alla prova del cuoco. Le due maestre di cucina avevano preparato delle lasagne di crespelle farcite con radicchio e con una simil-besciamella allo zafferano…

Continua a leggere

Annunci

INDIVIA AL MIELE DI TIGLIO E PINOLI (e premio!)

Questa ricetta l’ho presa da “Sale&Pepe” di qualche mese fa, e da allora la rifaccio spesso, perchè è un contorno bello da vedere, buono da mangiare, e che si prepara in 15 minuti! Di solito aggiungo all’indivia il radicchio precoce di Treviso (quello “chiuso” e con una forma allungata), così da portare in tavola un piatto ancora più ricco e colorato… Basta sostituire parte dei cespi di indivia con altrettanti cespi di radicchio, e procedere secondo la ricetta originale!
Ogni tanto aggiungo anche un cucchiaio di uvetta, che secondo me ci sta benissimo, soprattutto se c’è il radicchio.. E poi così rendo felice anche il mio “maritozzo” che adora il sapore dolce dell’uvetta nei piatti salati!

Qui riporto la ricetta originale, con le mie modifiche tra parentesi:

INGREDIENTI (per 4 persone):
4 cespi di indivia belga (o 2 di indivia e 2 di radicchio)
1 cucchiaio di miele di tiglio
30 g di burro
30 g di pinoli
uno spicchio d’aglio
(un cucchiaio di uvetta)
sale e pepe

PROCEDIMENTO

Eliminare le foglie esterne dell’indivia, poi lavarla, asciugarla e tagliarla a metà nel senso della lunghezza. Sciogliere il burro in una padella antiaderente, unire i pinoli e l’aglio tagliato a metà,e infine i cespi di indivia. Insaporire con sale e pepe, poi aggiungere il miele e mescolare con cura. Coprire e stufare dolcemente per 10 min. Togliere il coperchio e alzare la fiamma per caramellare leggermente la verdura (bastano un paio di minuti). Servire con il fondo di cottura…

Passando al premio… Ringrazio tantissimo Manuela del blog “la via delle spezie“, Nenaz del blog “Nenaz Recipe” e Emamama del blog Mamma Anatina per aver pensato a me!!


Questo premio si chiama:”Nenhum olhar è mais puro do que una criança” ed è opera del forum: http://li-katuki.blogspot.com/
Per regolamento deve essere passato ad altri 10 amici/amiche…
Per ritirarlo si devono rispettare queste regole:
1. Postare la frase “Nenhum olhar è mais puro do que una criança”
2. Postare il premio
3. Far riferimento al forum “ARTE da Li” http://li-katuki.blogspot.com/
4. Lasciare un commento rivolto a chi ti ha lasciato il premio
5. Passare il premio a 10 amici/amiche ed avvisarle.

Come sempre mi piacerebbe consegnare il premio a tutti i blog che seguo e che sono tra i miei preferiti… ma siccome da regolamento devo elencarne 10… Voilà!

RISOTTO SALSICCIA, RADICCHIO E FORMAGGIO

Il riso, ancor più della pasta, permette di dar libero sfogo alla fantasia… L’ho sempre adorato proprio per questo.. Mi sono sbizzarrita tra risotti con le verdure, con la carne, con i formaggi, con la frutta e con le spezie. Ci sono miliardi di possibili combinazioni, basta solo osare un po’…
Il risotto è anche un ottimo modo per riutilizzare gli avanzi, o per evitare che il classico peperone dimenticato sul fondo del frigorifero, vada a male.
Le diverse varietà disponibili sul mercato, e i diversi metodi di cottura, regalano ulteriore versatilità al riso, che ben si presta per ogni tipo di portata.

Non credo di aver mai comprato degli ingredienti apposta per fare il risotto, in genere mi basta aprire il frigorifero e cercare la combinazione che più mi stuzzica. Questa volta avevo a disposizione salsiccia, radicchio e formaggio…
Per un risultato dal sapore armonioso, ricco e speziato… Vellutato e cremoso: da rifare!

INGREDIENTI(dosi per 4 persone):
320 g di riso carnaroli
1 l di brodo di carne
1 bicchiere di vino bianco
200 g di salsiccia di suino
200 g di radicchio lungo rosso
80 g di formaggio malga gardena
una cipolla bianca non troppo grande
uno spicchio d’aglio
una noce di burro
olio q.b.
grana grattuggiato a piacere

PROCEDIMENTO:
Affettate la cipolla e fatela soffriggere in una casseruola con l’aglio, un filo d’olio e un pezzetto di burro.
Nel frattempo private la salsiccia della pelle, e sbriciolatela aiutandovi con un coltello.
Rosolatela poi nel soffritto per qualche minuto, quindi aggiungete il riso e fatelo tostare.
Unite il radicchio tagliato a listerelle. Lasciatelo appassire e sfumate con il vino bianco.
Cominciate quindi ad aggiungere il brodo, un mestolo per volta, finchè il riso non sarà pronto. Togliete dal fuoco e aggingete il formaggio tagliato a cubetti, una noce di burro, e un po’ di grana grattuggiato. Mescolate, coprite, e lasciate mantecare il riso per 5 minuti.

QUICHE DI ZUCCA, RADICCHIO E GORGONZOLA

Ispirata dalla ricetta di Maria Grazia Calò, propongo una versione personalizzata della quiche, con ingredienti diversi, ma con lo stesso concetto di base.
Chi mi conosce sa che in questo periodo dell’anno non so proprio rinunciare alla zucca… E con oggi ho una ricetta in più… BUONISSIMA!

INGREDIENTI:
1 dose di pasta brisée già pronta
400 g di zucca
100 g di gorgonzola dolce
1 piccolo cespo di radicchio di Chioggia
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 cucchiai di pan grattato
1 uovo e un tuorlo
150 ml di panna fresca
2-3 foglie di erba salvia
sale qb
pepe qb

PROCEDIMENTO
Foderate una tortiera con la pasta brisée e infornate per cottura in bianco per 20 minuti a 180° .
Nel frattempo private la zucca della scorza esterna, tagliatela a fettine abbastanza sottili, e sbollentatela per qualche minuto in acqua salata aromatizzata con della salvia. Scolatela e asciugatela.
Lavate il radicchio e tritatelo grossolanamente con il coltello, poi fatelo appassire in una casseruola con un filo d’olio. Salate e pepate.
Sfornate la pasta brisée, distribuite sul fondo del pan grattato, e disponete le fettine di zucca a corona. Tra uno strato e l’altro spolverizzate con del pan grattato.
Distribuite il gorgonzola a fiocchetti sulla zucca, e terminate con lo strato di radicchio.
Sbattete le uova cn la panna, salate, e versate il composto sulla quiche.
Infornate per 30 min circa a 180°…
E’ pronta!