BONCI ISPIRA: La pizza del cavolo (ma con le mele!)

Quando ho visto il bravissimo Gabriele Bonci presentare la “pizza del cavolo” a “La prova del cuoco”, ho pensato che dovesse essere sublime, e ho voluto a tutti i costi replicarla nel giro di 24 ore… Continua a leggere
Annunci

RICETTA D’AUTORE: Risotto di castagne con ragù di maiale al rosmarino e formaggio di fossa di Igles Corelli

Se amate i risotti quanto li amo io, ma soprattutto se vi piacciono le castagne anche solo la metà di quanto piacciono a me , allora davvero non potete dire di no a questo risotto cremoso, armonioso, leggermente speziato… che sa di autunno! Continua a leggere

MAIALINO AL CURRY CON RISO PILAF

Questa ricetta di Maria Grazia Calò è così buona che mio marito ed io l’abbiamo preparata già 3 volte! Il risultato è un piatto unico dal sapore delicato, particolare, leggermente speziato… Provatelo!
INGREDIENTI (per 6):800 gr di coscia di maiale a cubetti (2×2 cm)
1 grossa cipolla bianca
1 spicchio d’aglio
1 mela verde
1 cucchiaino di curry
1 cucchiaio di fecola di patate
2, 5 dl di latte
50 gr di mandorle spellate
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale, pepe
Per il riso pilaf:
350 gr di riso parboiled
il doppio del volume del riso in brodo di pollo
70 gr di burro
mezza cipolla
1 chiodo di garofano
1 foglia di alloro
sale, pepe

In un pentolino mettere le mandorle tritate con il latte e portare a bollore. Lasciare in infusione per almeno un’ora. Rosolare in tre cucchiai d’olio la carne. Toglierla dalla padella e lasciarla da parte. Tritare aglio e cipolla e imbiondirli nel fondo della carne a fuoco dolce. Aggiungere la mela tritata e rosolare un po’. Spolverare con un cucchiaio di fecola, il curry e diluire con due mestoli d’acqua calda; immergere la carne nella salsa, salare e cuocere a recipiente coperto e fuoco lento per circa un’ora.
Passare il latte di mandorla al colino e versarlo sulla carne continuando la cottura finche’ la salsa si raddensa.
Per il riso: Far appassire molto dolcemente mezza cipolla tritata in 30 gr di burro, con il chiodo di garofano e la foglia di alloro. Aggiungere il riso e tostarlo nel condimento per qualche minuto mescolando. Unire il brodo caldo, mescolare, coprire con un coperchio e cuocere senza piu’ toccare in forno a 200° per 18 minuti o sul fuoco per 12/14 minuti.
A fine cottura regolare di sale e pepe, togliere il chiodo di garofano e la foglia di alloro, aggiungere 40 gr di burro a pezzetti, sgranare il riso con due forchette.
Servire il riso a corona con lo spezzatino al centro.

NB Siccome io ho seguito il procedimento della ricetta passo passo, senza apportare alcuna variazione agli ingredienti, mi sono permessa di fare un copia-incolla direttamente dal sito della Calò

UN CLASSICO: LA PIZZA DELLE SIMILI!!!

Premetto che il forno mi manca sempre di più.. e che riguardare questa foto non fa che accrescere la mia nostalgia! Ma che fare? Aspetterò!
Passando alla ricetta, devo dire che questa delle Simili è la pizza fatta in casa più buona che abbia mai mangiato, e che sarà probabilmente il primo sfizio che mi toglierò non appena avrò di nuovo il forno.
Nel libro “Pane e roba dolce”, le Simili propongono due varianti a partire dagli stessi ingredienti: la pizza bassa e la pizza alta. Quella che vedete in foto è la pizza alta, e per ottenerla dovete seguire tutti i passaggi della ricetta (che prevede 2 lievitazioni in più). Se invece volete provare la pizza bassa, o se andate di fretta, vi basterà saltare i passaggi tra parentesi.

INGREDIENTI
500 g di farina 00 forte
250 g di acqua
50 g di olio
25 g di lievito di birra
10 g di sale
1 barattolo di pomodori pelati da 800 g
4 mozzarelle fior di latte o di bufala (500 g)
olio, origano, sale pepe pr il pomodoro
Altri ingredienti a piacere devono essere cotti in precedenza, e vanno distribuiti sulla mozzarella prima dell’ultima infornata.

PROCEDIMENTO
Fare la fontana, mettere al centro il lievito sbriciolato e scioglierlo con l’acqua. Raccogliere un po’ di farina, unire il sale e l’olio, e impastare tutto.
Fare un filone, coprirlo a campana e lasciarlo riposare circa 90 min.
(Lavorare ancora la pasta qualche minuto, riformare il filone e lasciare lievitare ancora 90 min).
Nel frattempo mettere i pomodori pelati in uno scolapasta, tagliarli un po’ e farli sgocciolare. Tritare la mozzarella, metterla a scolare in un colabrodo e, se rimane bagnata, strizzarla con le mani prima di metterla sulla pizza.
Mettere un po’ d’olio nel centro di una teglia di circa 30X40 cm. Con l’olio fare una striscia solo al centro, o non si riuscirà più a fissare i bordi.
Quando la pasta è pronta non lavoratela più, o tornerà elastica. Semplicemente, senza toccarla, apppiattirla con il mattarello e trasferirla nella teglia.
Salare e pepare il pomodoro, e distribuirne uno strato sottile sulla pasta. Con la punta delle dita scoprire qui e là la pasta, formando dei buchi attraverso i quali potrà uscire il vapore che farà il pomodoro durante la cottura.
(Lasciare lievitare mezz’ora prima di infornare)
Infornare a forno già caldo a 240-250° e cuocere 7-8 min. Girare la teglia e cuocere altri 7-8 min. Quando la pasta sarà cotta e dorata, toglierla dal forno e distribuirvi la mozzarella, l’origano e l’olio. Infornare di nuovo per 6-7 min, quindi sfornare.
Fare riposare la pizza qualche minuto prima di tagliarla…