QUICHE DI ZUCCA, RADICCHIO E GORGONZOLA

Ispirata dalla ricetta di Maria Grazia Calò, propongo una versione personalizzata della quiche, con ingredienti diversi, ma con lo stesso concetto di base.
Chi mi conosce sa che in questo periodo dell’anno non so proprio rinunciare alla zucca… E con oggi ho una ricetta in più… BUONISSIMA!

INGREDIENTI:
1 dose di pasta brisée già pronta
400 g di zucca
100 g di gorgonzola dolce
1 piccolo cespo di radicchio di Chioggia
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 cucchiai di pan grattato
1 uovo e un tuorlo
150 ml di panna fresca
2-3 foglie di erba salvia
sale qb
pepe qb

PROCEDIMENTO
Foderate una tortiera con la pasta brisée e infornate per cottura in bianco per 20 minuti a 180° .
Nel frattempo private la zucca della scorza esterna, tagliatela a fettine abbastanza sottili, e sbollentatela per qualche minuto in acqua salata aromatizzata con della salvia. Scolatela e asciugatela.
Lavate il radicchio e tritatelo grossolanamente con il coltello, poi fatelo appassire in una casseruola con un filo d’olio. Salate e pepate.
Sfornate la pasta brisée, distribuite sul fondo del pan grattato, e disponete le fettine di zucca a corona. Tra uno strato e l’altro spolverizzate con del pan grattato.
Distribuite il gorgonzola a fiocchetti sulla zucca, e terminate con lo strato di radicchio.
Sbattete le uova cn la panna, salate, e versate il composto sulla quiche.
Infornate per 30 min circa a 180°…
E’ pronta!

Annunci

CANEDERLI AL PROSCIUTTO CRUDO


Siccome a casa nostra non si butta via niente, e siccome in questi giorni si era accumulato del pane avanzato, ho deciso di “riciclarlo” preparando dei canederli in versione prosciutto crudo… Altro che avanzi: un pranzetto di tutto rispetto!

INGREDIENTI (dosi per 4 persone):
1l d brodo di carne
200g di pane raffermo
80g di prosciutto crudo
20g di burro
1 cipolla piccola
1 uovo
50g di farina
1 dl di latte
1 cucchiaio di grana grattuggiato

1 cucchiaino di prezzemolo tritato
noce moscata qb
sale e pepe

PROCEDIMENTO:
Tagliate il pane raffermo a cubetti e mettetelo in una terrina con il latte. Dopo averlo lasciato ammorbidire per 2 ore,strizzatelo per bene. Fate appassire in un tegame la cipolla tritata grossolanamente e tritate il prosciutto.
Mettere il tutto in una terrina, aggiungete l’uovo, il grana, il prezzemolo, noce moscata, sale e pepe.
Amalgamate il tutto e formate delle palline di 3-4 cm di diametro aiutandovi con della farina.
In una pentola portate a ebollizione dell’acqua salata, e fatevi cuocere i canederli per circa 7 min.

Nel frattempo scaldate il brodo.
Scolate i canederli, sistemateli nel piatto, e versateci sopra il brodo. Una grattuggiata di grana ed è pronto!

UN APPUNTO: La ricetta originale prevede l’utilizzo dello speck, al posto del prosciutto crudo, ma essendo un piatto di “riciclo” degli avanzi, ho preferito utilizzare quello che avevo in casa.
Ad ogni modo, il piatto è riuscito benissimo, con una nota dolce in più rispetto ai classici canederli. Ottimi davvero!

QUICHE DI TALEGGIO, PATATE E FUNGHI

Questa è una ricetta di Maria Grazia Calò.
Avevo già sperimentato alcune sue ricette l’anno scorso, e le ho sempre trovate deliziose.. Eppure questa volta, devo ammetterlo, temevo che il connubio taleggio-funghi, non sarebbe stato di mio gusto. Invece la quiche è risultata delicata, cremosa e sfiziosa oltre ogni mia spettativa.
Ho deciso che la farò di nuovo quando avrò ospiti a casa… Nel frattempo la propongo sul mio blog…
 



INGREDIENTI:
per la pasta Brisé
300 gr di farina 00
150 gr burro
70 gr di acqua fredda
per il “ripieno”
3 patate da arrosto (circa 500 gr)
500 gr di funghi champignones freschi
250 gr di taleggio dolce
150 gr di panna fresca
1 uovo intero e un tuorlo
2 cucchiai di pane grattugiato
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
olio exv.oliva q.b.
sale q.b.

pepe q.b.
PROCEDIMENTO:
Con la farina e il burro, preparare un impasto bricioloso che si vada a legare con 70 grammi di acqua fredda (pasta brisè). Lasciar riposare l’impasto 30 min.
Nel frattempo, sbucciare le patate, tagliarle a fette non troppo grosse, e sbollentarle per un minuto in acqua salata. Scolarle e asciugarle.
Pulire i funghi, affettarli e saltarli in olio e prezzemolo con un pizzico di sale.
Stendere la pasta e rivestire una tortiera imburrata, infornare per cottura in bianco circa 20 min a 180 gradi. Passare le fette di patata nel pane grattugiato e disporle sul fondo sovrapponendole a corona.
Tagliare a dadini il taleggio per poi spargerlo sulle patate, fare un ultimo strato con i funghi trifolati e versare sulla preparazione la salsa royale (panna e uova sbattute insieme con un pizzico di sale e pepe).
Ripassare in forno a 180 gradi per 20 min circa.
UN APPUNTO: Volendo si può acquistare della pasta brisé già pronta e stesa al supermercato, per velocizzare il tutto.

CROSTATA DI FAMIGLIA

Ci sono diversi modi di concepire la pasta frolla: alcuni la preferiscono più burrosa, altri più zuccherata, qualcuno ci mette un po’ di lievito, altri lasciano anche gli albumi delle uova.
Tutto sta nel trovare il giusto equilibrio tra gli ingredienti.
Questa è la ricetta che mia nonna ha insegnato a mia madre, e che mia madre ha insegnato a me… Lei la faceva spessissimo, ed in effetti ha sempre riscosso un grandissimo successo sia tra i grandi che tra i piccoli.
Domenica scorsa siamo andati a pranzo da un amico di famiglia di mio marito, e io mi sono presentata con il mio cavallo di battaglia: un successone, come sempre… E ancora una volta mi è stata richiesta la ricetta della nonna.
Che dire? Credo che valga la pena di pubblicarla sul blog…

INGREDIENTI:300 g di farina 00
3 tuorli d’uovo
150 g di burro morbido
150 g di zucchero
il succo di 1/2 limone

1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale

3-4 cucchiai di marmellata a scelta

PROCEDIMENTO:Disponete la farina a fontana su una spianatoia e formate una corona, al centro della quale metterete lo zucchero, il burro, il succo di limone e i tuorli d’uovo. Prima di iniziare ad impastare ricordate di distribuire sulla farina il sale e la vanillina.
Lavorate bene tra loro gli ingredienti al centro della corona, e solo una volta che saranno ben amalgamati, unite la farina. Non lavoratela troppo, la frolla sarà pronta non appena avrete ottenuto un impasto omogeneo.

Avvolgete la pasta nella pellicola trasparente e lasciate riposare.
Quando saranno passati circa 30 min, potrete stendere la frolla, tendendone da parte una piccola dose per le decorazioni.
Trasferite l’impasto in uno stampo imburrato e infarinato e distribuitevi la marmellata in maniera uniforme, lasciando un margine di circa 1 cm dai bordi.
Infine decorate la torta a piacere.
Infornare a 180° per 35-40 min


UN APPUNTO: per le decorazioni io ho usato un bicchierino da cognac, che mi ha permesso di ricavare dall’impasto dei cerchi dai quali poi ho ottenuto le lunette e i raggi del sole…

La crostata il giorno dopo è ancora più buona! Provare per credere!

Qui sotto, insieme alle altre torte, la crostata preparata da mia mamma in versione albicocca, per il compleanno di mio marito.