POST n° 100, E UNA TORTA "BONISSIMA" PER FESTEGGIARE

Ebbene sì: questo è il centesimo post del nostro blog, e cosa c’è di meglio di una bella torta, pardon, di una torta Bonissima per festeggiare? Vorremmo offrirne una fetta a tutti gli “amici di ricette” che abbiamo conosciuto attraverso il blog, ed in particolare ai nostri “sostenitori” che ad oggi sono già 68… Grazie mille, non ce lo aspettavamo!!! Ma bando alle ciance, ecco la ricetta per l’occasione… AUGURI “MANGIA E BEVI”!




INGREDIENTI
300 g di farina
130 g di burro
50 g di zucchero
1 uovo e 1 tuorlo
la scorza di 1/2 limone non trattato
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
per la farcia:
300 g di gherigli di noce
250 g di miele di acacia
2-3 cucchiai di rum
per la glassa:
150 g di cioccolato fondente
2 cucchiai di rum o di caffè

PROCEDIMENTO
Preparare la pasta frolla impastando il burro con lo zuchero, il sale e la scorza grattuggiata del limone. Unire l’uovo e il tuorlo e poi la farina setacciata con il lievito. Formare una palla con l’impasto, avvolgerla nella pellicola e riporla in frigorifero per 30 min.
Preparare la farcia: Tritare grossolanamente i gherigli di noce in un mixer, e mescolarli con il miele e con il rum.
Riprendere la pasta dal frigorifero e dividerla in 2 parti, una un po’ più grande dell’altra. Stendere la parte di pasta più grande in modo da poter foderare completamente una tortiera di 24 cm di diametro. Distribuire la farcia nel guscio di frolla livellandolo con una spatola e ricoprire con l’altro disco di pasta. Sigillare i bordi e rigilarli verso l’interno per formare un cordone leggermente rialzato.Punzecchiere la superficie della torta con una forchetta e infornare a 180° per 35-40 min. Togliere la torta dal forno e lasciarla raffreddare.
Preparare la glassa fondendo a bagnomaria il cioccolato con il rum e mezzo bicchierino di acqua. Stendere la glassa sulla superficie della torta… Decorare a piacere e lasciare riposare la torta finchè la glassa non si sarà asciugata.
Il giorno dopo è più buona!!

Annunci

LA PASTA FROLLA

La pasta frolla è un impasto base friabile e delicato, ideale per la preparazione di crostate, biscotti e pasticcini. E’ composta da 4 ingredienti principali: farina, burro, zucchero e uova, le cui proporzioni nell’impasto variano a seconda del risultato che si vuole ottenere.

LE PRINCIPALI VERSIONI DELLA PASTA FROLLA
La pasta frolla classica, perfetta per le crostate alla marmellata, si ottiene impastando:

300 g di farina 00
150 g di zucchero
150 g di burro freddo
3 tuorli d’uovo
un pizzico di sale

(le proporzioni sono: zucchero e burro in quantità pari al 50% del peso della farina, con un tuorlo ogni 100 g di farina)


300 g di farina
160 g di burro freddo
100 g di zucchero
1 uovo intero
un pizzico di sale

(oppure)

250 g di farina 00
100 g di burro freddo
100 g di zucchero
1 uovo intero
un pizzico di sale

Per una pasta frolla più croccante, ottima per le crostate alla crema, basterà aumentare la quantità di burro in proporzione alla farina, oppure utilizzare le uova intere (l’albume rende più “secco” l’impasto).. Ne riporto due versioni, tra le tante possibili:
Per una pasta frolla più friabile e delicatissima, adatta per biscotti e pasticcini, bisognerà utilizzare i tuorli sodi, anzichè crudi, in queste dosi:
250 g di farina 00
150 g di burro
a temperatura ambiente
100 g di zucchero a velo
3 tuorli d’uovo sodi (setacciati)
un pizzico di sale
Per una pasta frolla più soffice, adatta per tutte le preparazioni, e particolarmente per le crostate con un “ripieno” delicato, basterà aggiungere 1/2 bustina di lievito alla versione classica, o se si preferisce, a quella croccante.
AROMI

In ogni caso, l’impasto base può essere aromatizzato a piacere, per esempio aggiungendo la scorza di un limone o di un arancio, o addirittura spremendone il succo (ne basta un cucchiaio!), tenendo presente che in quest’ultimo caso potrebbe rendersi necessario aggiungere un po’ di farina. L’aroma di vaniglia poi, è un grande classico.
PROCEDIMENTO

– impastare zucchero, burro, uova e aromi fino ad ottenere una crema, poi unite la farina e un pizzico di sale. Compattare il tutto impastando il meno possibile (mio padre usa una spatola per non scaldare troppo la frolla). Se l’impasto tende ad attaccarsi, aggiungere della farina, se invece è troppo asciutto, bagnarlo con poco albume.
Quando sarà pronto, avvolgere il panetto di pasta frolla nella pellicola o nella carta forno e mettetelo a riposare in frigorifero per mezz’ora prima di utilizzarlo.

– Un buon risultato si può ottenere anche usando un robot da cucina, ma bisogna eseguire gli stessi passaggi.


CONSERVAZIONESe non viene utilizzata immediatamente, la pasta frolla può essere tenuta in frigorifero per 4 giorni.
Volendo se ne può anche preparare una scorta (divisa in panetti del peso desiderato) da riporre in freezer, dove si conserva bene per 3 mesi. In questo caso però, bisognerà ricordare di togliere la pasta dal congelatore con un largo anticipo, perchè va scongelata in frigorifero, e mai a temperatura ambiente.
LA FROLLA MONTATAEcco una versione molto particolare della pasta frolla, adatta per biscotti friabilissimi, quasi “cremosi”: la pasta frolla montata. Io trovo perfetta la ricetta di Eugenia Abbate, trovata sul bellissimo blog Croce e Delizia, ecco le dosi:

500 g di farina
350 g di burro
180 g di zucchero
100 g di uova (2 uova medie)
un pizzico di sale

Procedere montando il burro con lo zucchero e il sale, quindi aggiungere le uova una per volta, continuando a montare con uno sbattitore elettrico per ottenere un composto spumoso. Unire quindi la farina setacciata, e amalgamarla delicatamente all’impasto.
Mettere la frolla montata nella sac-à-poche munita di una bocchetta medio-grande e dare le forme desiderata sulla placca foderata di carta forno. Riporre in frigorifero per mezz’ora prima di infornare.
Questa pasta non è adatta ad essere conservata in freezer.
COTTURALa pasta frolla si cuoce in forno a 180°. I tempi di cottura variano a seconda del tipo di preparazione. Per i biscotti basteranno 15 min, per le crostate 30 min, per le torte ripiene potrebbe essere necessaria una cottura in bianco, prima di farcire ed infornare di nuovo, per un totale che in genere non supera i 45 minuti.
UN CONSIGLIOLa pasta frolla dà il meglio di sè il giorno dopo, quindi preparatela sempre in anticipo rispetto al giorno in cui la volete servire.
LE MIE RICETTE CON LA PASTA FROLLA:

TORTA DI MELE ALSAZIANA

La torta di mele è un grande classico: basti pensare a quella di Nonna Papera, che già dalle pagine dei fumetti metteva l’acquolina in bocca, e la cui ricetta è tra le più ricercate di internet.. E poi ci sono le torte lievitate, le crostate e gli strudel, in mille diverse versioni.
Quella che propongo io oggi è una ricetta di Maria Grazia Calò, maestra di cucina della prova del cuoco. Vale davvero la pena di assaggiarla e di condividerla con amici e parenti… una torta da invito, insomma!

INGREDIENTI
per la pasta frolla:
300 g di farina 00
150 g di burro
100 g di zucchero
1 uovo
la scorza di un limone non trattato
sale qb
per la farcia:
1 kg di mele renette
3 cucchiai di marmellata di albicocche
50 g di amaretti (o frollini)
per la salsa:
1 uovo e 1 tuorlo
70 g di zucchero
100 g di panna fresca
2 cucchiai di rum
un pizzico di cannella (facoltativo)

PROCEDIMENTO
Preparate la pasta frolla lavorando la farina con il burro, lo zucchero e la scorza di limone grattuggiata, fino ad ottenere un composto che si sbricioli tra le mani. Unite l’uovo e un pizzico di sale, quindi impastate fino ad ottenere un composto omogeneo che lascerete riposare in frigorifero per mezz’ora, coperto con la pellicola.
Stendete la pasta frolla in una tortiera del diametro di 26 cm, in modo da ottenere un bordo di almeno 2 cm. Bucherellate la pasta, stendeteci un velo di marmellata e distribuitevi gli amaretti (o i frollini) sbriciolati.
Sbucciate le mele e da ognuna ricavate 5-6 spicchi, che andrete a riporre a corona sopra lo strato di amaretti, fino aricoprire interamente la torta.
Infornate a 180° per 25 min.
Nel frattempo preparate la salsa: montate l’uovo e il tuorlo con lo zucchero, quindi aggiungete la panna, il rum e la cannella. Versate il composto ottenuto sulla torta e infornare per altri 20-25 min a 180°. Et voilà!

Una profumatissima, delicatissima, torta di mele!!!

Un apppunto: invece di pesarne un chilo, io uso 3 o 4 mele a seconda di quante ce ne stanno sulla superficie della torta..

DOPPIA CROSTATA CIOCCOLATOSA

Questa ricetta è una mia reinterpretazione fondente della Torta al cioccolato bianco di Alessandra Spisni.. Io la trovo ottima!


INGREDIENTI
per la frolla:
400 g di farina
160 g di burro
160 g di zucchero
2 uova intere
la scorza di un’arancia non trattata
un pizzico di sale
per il ripieno:
200 g di cioccolato fondente
100 g di panna fresca

PROCEDIMENTO
Preparate la pasta frolla lavorando la farina con il burro, lo zucchero e la scorza d’arancia grattuggiata, fino ad ottenere un composto che si sbricioli tra le mani. Unite le uova e il pizzico di sale, quindi impastate fino ad ottenere un composto omogeneo che lascerete riposare in frigorifero per mezz’ora, coperto con la pellicola.
Nel frattempo fate fondere a bagnomaria il cioccolato con la panna. Quando sarà completamente sciolto spegnete il fuoco e fatelo raffreddare mescolando.
Foderate una tortiera bassa con poco più della metà della pasta frolla, in modo che l’impasto esca un po’ dai bordi.
Farcire con il cioccolato fuso e coprire con l’altra metà della pasta frolla, facendo attenzione a sigillare perfettamente il secondo strato con il primo.
Infornare a 180° per 30 min. Quando la torta sarà fredda toglietela dalla tortiera e riponetela in frigorifero per almeno un paio d’ore prima di servire…

E’ buonissima! Il cioccolto all’interno prende la consistenza di un gianduiotto, pur conservando il sapore deciso del cioccolato fondente..